RITIRO IN PRESENZA SU DUE GIORNATE
h 9.00-18.00

PRIMA GIORNATA

Come possiamo aumentare la nostra concentrazione e la nostra energia, fondamentali per rendere la nostra pratica di meditazione e yoga più profonda, costante ed efficace?

Tre strumenti fondamentali sono:

  • il silenzio
  • il rito
  • il ritiro

Parliamo sempre, anche da soli, e questo aumenta moltissimo la generazione del flusso di pensieri ed immagini di cui vorremmo invece liberarci o almeno rendere innocui.

Il ritiro è un momento in cui dedicarci solo a noi stess*, concentrarsi sulla cura del nostro essere, approfondendo ciò che ci accade dentro per comprendere come avere a che fare con noi stess*.

Il silenzio ci serve per fare una pausa, per far prendere aria al cervello, rigenerandolo e potenziandolo, e per scoprire i potenti effetti benefici di questa pratica semplice quanto potente, che ci porterà a gustare il famoso Silenzio Interiore, fine ultimo della pratica yogica.

In questo processo di evoluzione interiore ci viene in aiuto
il rito.
La ritualità, il simbolismo, sono strumenti importantissimi per creare, potenziare e mantenere profondità e costanza nella nostra pratica trasformativa.
In questo ritiro scopriremo alcuni RITUALI ORIENTALI perfetti per aiutarci a questi scopi.
Il primo rituale che faremo è quello della
CONSACRAZIONE DELLO SPAZIO SACRO
Sacralizzare lo spazio di pratica rende ciò che si svolge al suo interno potente e trasformativo.
In questa sessione scopriremo un rito tibetano di generazione e consacrazione dello spazio di pratica, che potremo poi rifare per costruire il nostro spazio sacro a casa, dove pratichiamo usualmente.

Cosa portare:

  • 1 kg di riso bianco
  • 1 candela con portacandela
  • 1 tazzina da caffè

Nello spazio consacrato faremo pratiche di meditazione, asana e pranayama,

Il secondo rito che scopriremo è quello della

CONSACRAZIONE DEL CIBO

che faremo prima del pranzo insieme e che potrà precedere tutti i nostri pasti, per rendere ciò che immettiamo nel nostro corpo molto più nutriente dal punto di vista energetico.

Il pomeriggio proseguirà con le seguenti pratiche silenziose:

  • passeggiata vipassana
  • sequenza fluida di asana (vinyasa yoga)
  • pranayama
  • conclusione e dedica

SECONDA GIORNATA

In questa giornata, dopo pratiche di

  • vinyasa yoga e pranayama

faremo il terzo rito, il

PASSAGGIO DEL MANTRA DELLA GRANDE COMPASSIONE

In questo modo avremo la possibilità di potenziare la nostra recitazione del mantra sentendo come diventa più potente in una situazione di grande silenzio interiore, potenziato dal silenzio esteriore.

Ci dedicheremo quindi alla pratica del silenzio e del mantra, sentendo come uno è il completamento dell’altro, e concluderemo il ritiro con

il quarto ed ultimo rituale

LA DEDICA DEL MANDALA

In questo modo assaporeremo appieno la pratica, scoprendo spazi nuovi di noi stess* e una profondità nuova della nostra pratica.

Ne usciremo rigenerat* ed arricchit*, con una nuova consapevolezza di ciò che può avvenire quando la nostra pratica diventa un modo di vivere, qualcosa che può essere trovato in ogni momento, camminando, mangiando, respirando, fermando gli occhi in qualunque situazione di vita e trasformandoci così costantemente, senza bisogno di altro.

QUANDO
18 E 19 GIUGNO 2022

DOVE
Ad Anga Irù , sulle colline bolognesi, immersi nel verde, con uno spazio interno accogliente ed uno esterno ampio e solare e la possibilità di pernottamento, molto consigliato in modo da rimanere in uno stato ritirato e silenzioso.

CUCINA
I pasti saranno curati per essere equilibrati, leggeri e vegani, accompagnati da tisane ed acqua informata, trattati in genesa e piramide da una cuoca ed esperta di radionica.

PREZZO
150 euro, incluso due pranzi.

Per info, costi e prenotazioni 
info@yogaemeditazione.it
cell. 375.513.7511

Yoga è il portare la mente al silenzio.
Quando questo accade, rimaniamo nella nostra natura essenziale, una coscienza senza confini.

Patanjali